Ultime Notizie Inserite

Detrazione del 55% su infissi, pannelli solari e caldaie e sulle nuove costruzioni; Iva ridotta sulle ristrutturazioni
23/01/2005

Finanziaria, aiuti all’efficienza energetica in edilizia

Agevolazioni fiscali sono previste dal Disegno di Legge Finanziaria per il 2007 per la riqualificazione energetica degli edifici e per gli interventi di ristrutturazione.

La principale novità è la detrazione dall’Irpef del 55%, fino a un massimo di 100.000 euro, delle spese per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, a condizione che il fabbisogno di energia conseguito sia inferiore di almeno il 20% rispetto ai valori indicati dal Dlgs. 192/2005 (allegato C, comma 1, tabella 1).

La detrazione dall’Irpef del 55%, fino ad un massimo di 60.000 euro, è prevista per coperture, pavimenti e infissi, a condizione che siano rispettati determinati requisiti di trasmittanza termica, e per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Sempre del 55%, ma con un tetto massimo di 30.000 euro, è la detrazione per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione, e di adeguamento della rete di distribuzione.

I requisiti richiesti devono essere asseverati da un tecnico abilitato e il contribuente deve essere in possesso della certificazione energetica dell’edificio (ex Dlgs 192/2005), se introdotta dalla Regione, o, in alternativa, di un attestato di qualificazione energetica firmato da un tecnico abilitato. Le spese per la certificazione o per l’attestato rientrano negli importi detraibili (articolo 22).

Gli interventi su nuove costruzioni, di volumetria superiore a 10.000 mc, iniziati entro il 31 dicembre 2007 e terminati entro i tre anni successivi, il cui fabbisogno di energia è inferiore almeno del 50% rispetto ai valori indicati dal Dlgs. 192/2005 (allegato C, comma 1, tabella 1), hanno diritto ad un contributo pari al 55% degli extra-costi sostenuti per tali interventi. Fanno parte degli extra-costi anche le maggiori spese sostenute per la progettazione (articolo 23).

L’articolo 29 della Finanziaria proroga per l’anno 2007 la detrazione dall’Irpef del 36% delle spese di ristrutturazione edilizia, fino ad un massimo di 48.000 euro per unità immobiliare, e l’aliquota Iva del 10% sui lavori di manutenzione ordinaria.

Le agevolazioni si applicano agli interventi di cui all’art. 2 comma 5 della Legge 289/2002; il suddetto articolo richiama gli interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell'articolo 31 della legge 457/1978, che sono:

a) interventi di manutenzione ordinaria;
b) interventi di manutenzione straordinaria;
c) interventi di restauro e di risanamento conservativo;
d) interventi di ristrutturazione edilizia.

Sono agevolabili i suddetti interventi effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e gli interventi di cui alle lettere b), c) e d) sulle singole unità immobiliari residenziali.

È prorogata anche l’aliquota Iva ridotta al 10% sulle prestazioni aventi per oggetto interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui alle suddette lettere a), b), c) e d), realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata. Le agevolazioni sono concesse a condizione che il costo della manodopera sia evidenziato nella fattura.